• Risorse per l'inclusione
Volume 1/1

Risorse per l'inclusione

L'inclusione come risorsa

A. Goussot, E. Annaloro

Per visualizzare il contenuto del Webook è necessario effettuare il Log in e successivamente attivare il volume inserendo il codice presente nel testo acquistato.

Se non sei registrato fai clic qui.

Benvenuti in Webook

Logo Webook

Benvenuti in Webook

Benvenuti in Webook, la parte web del vostro libro! Per vedere i contenuti di quest'area dovete essere registrati al sito della casa editrice Palumbo. Se siete registrati al sito e avete già effettuato l'accesso, inserite il codice che trovate evidenziato nelle prime pagine del volume.

Se non siete ancora utenti registrati, fate clic su "Registrati", inserite i dati richiesti e confermate. Se la registrazione è andata a buon fine, riceverete all'indirizzo e-mail specificato durante la registrazione un codice di verifica: fate clic sull'url presente ed attivate l'account. Da questo momento in poi, inserendo l'user e la password, potrete accedere ai contenuti del Webook. "Accedi al Webook", inserite il nome d'accesso, la password e il codice di verifica ricevuto via e-mail e confermate.

Per gli utenti già registrati sul sito Palumbo

Se siete registrati al sito e avete già effettuato l'accesso, fate clic sulla voce "Webook" del menu di sinistra, e quindi sul pulsante "Entra nel Webook". Al primo accesso vi sarà chiesto di inserire il codice di sblocco presente nelle prime pagine del libro stampato, nei successivi accessi sarà invece sufficiente indicare l'user e la password specificati al momento della registrazione.

Per gli utenti non ancora registrati sul sito Palumbo

Se non siete ancora utenti registrati, raggiunto il Webook fate clic su "Registrati", inserite i dati richiesti e confermate. Se la registrazione è andata a buon fine, riceverete una e-mail all'indirizzo specificato: fate clic sull'indirizzo Web presente nella e-mail ed attivate l'account. Per accedere ai contenuti on line, fate clic sulla voce "Webook" del menu di sinistra, e quindi sul pulsante "Entra nel Webook". Al primo accesso vi sarà chiesto di inserire il codice di sblocco presente nelle prime pagine del libro stampato, nei successivi accessi sarà invece sufficiente indicare l'user e la password specificati al momento della registrazione.

Cos'è il webook

Il Webook è l'estensione del libro sul Web: schede di approfondimento, percorsi tematici, presentazioni multimediali, test di autovalutazione, gallerie di foto e di video, servizi e aggiornamenti accompagnano il volume stampato, arricchendone i contenuti.

All'interno del Webook è possibile trovare varie tipologie di materiali:

  • contenuti scaricabili, ovvero contributi che è possibile scaricare sul proprio computer. Questi contributi si trovano in cartelle compresse, per velocizzare i tempi di download; dopo averle scaricate, sarà sufficiente decomprimerle con un programma gratuito, ad esempio il WinRar. Per leggere i contenuti in formato PDF è necessario invece Acrobat Reader o un altro lettore PDF;
  • testi on line, ovvero contributi che è possibile visualizzare soltanto on line, generalmente testi di approfondimento corredati da immagini. Nei testi, alcuni link rimandano ad altri siti in cui è possibile trovare ulteriori informazioni e spunti di riflessione;
  • contenuti multimediali, ovvero gallerie fotografiche e raccolte di video pertinenti ai contenuti del volume cartaceo;
  • contenuti per la lavagna interattiva, ovvero materiali che è possibile utilizzare nelle lavagne interattive elettroniche, come presentazioni multimediali, esercitazioni e test di autovalutazione.

Descrizione dell'opera

Descrizione dell'opera

Insegnanti come intellettuali in azione

Questo libro vuol essere uno strumento pratico e teorico per gli insegnanti e i loro allievi che operano ogni giorno in situazioni complicate, in classi eterogenee e spesso considerate difficili. La gestione del processo d’insegnamento/apprendimento, difatti, non coinvolge soltanto la figura dell’insegnante, ma anche l’alunno, con i suoi vissuti, i suoi legami familiari, e l’oggetto disciplinare che fa da mediatore in questa relazione particolarmente complessa. Di qui la scelta di rendere il volume capovolgibile: una parte (A) rivolta agli insegnanti, l’altra (B) rivolta agli studenti e alle loro famiglie. La reversibilità dei punti di vista, il valore della relazione educativa e la condivisione di riflessioni e pratiche comuni, sempre richiesti nel confronto con gli altri, sono messi così in primo piano sin dalle scelte grafiche. È una scelta di contenuti, non solo di forme.

Nella didattica quotidiana prende dunque corpo un “triangolo pedagogico”, i cui vertici sono l’insegnante, lo studente, la disciplina. La triangolazione di questi elementi richiede, all’insegnante in prima battuta, una forte competenza di mediazione a livello pedagogico. Il docente che cerca di avviare percorsi inclusivi deve sapere ascoltare e osservare i propri studenti nell’attività didattica e fare di quest’ultima un processo vivo che produce un clima positivo in classe e attiva motivazioni e curiosità. Non è un compito facile, soprattutto se consideriamo il senso di delegittimazione che spesso investe gli insegnanti italiani e la tendenza a farne dei tecnici specializzati, degli operatori microspecialistici privi di un mandato sociale ampio e chiaro. L’insegnante inclusivo è però altro: è ben più di un tecnico, di un somministratore di protocolli operativi, di un burocrate o di uno specialista di patologie più o meno acclarate. L’insegnante inclusivo, curricolare o di sostegno che sia, è un intellettuale in azione, un ricercatore riflessivo che istituisce nella propria pratica un delicato equilibrio tra istruzione, cioè tra acquisizione di saperi e conoscenze, ed educazione, cioè l’accessibilità a questi saperi e conoscenze tramite modalità relazionali. Non è infatti possibile l’una cosa senza l’altra. L’equilibrio tra istruzione ed educazione è il nodo più critico di tutta la storia dell’educazione, ma è solo attraverso di esso che è possibile incidere sulla formazione delle persone. È a questa figura di insegnante come intellettuale che ci rivolgiamo nel lato A del volume, composto da una ricognizione dei confini del campo di cui ci occuperemo (capitolo A1), un excursus sui maestri della pedagogia speciale che hanno segnato la storia dell’educazione e offrono ancor oggi validi spunti per la didattica (capitolo A2), un richiamo forte alle pratiche didattiche di osservazione pedagogica (capitolo A3) e di gestione inclusiva del gruppo classe (capitolo A4).

Un paradigma inclusivo pedagogico e dinamico

L’insegnante inclusivo è un “esperto” di un sapere pratico che implica la conoscenza di tecniche e metodologie didattiche capaci di favorire gli apprendimenti e lo sviluppo delle potenzialità di tutti gli alunni, ma è anche un “artigiano” in grado di inventare e creare metodi e attività in situazioni apparentemente impossibili.

Nel lato A affronteremo quindi anche le strategie didattiche agite dagli insegnanti (capitolo A5), presenteremo i principali lineamenti e modelli di valutazione formativa e infine riassumeremo le tappe del percorso inclusivo in 10 passi che accompagnano la relazione educativa dal momento della conoscenza fra insegnanti e studenti al momento del loro congedo. Gli adempimenti burocratici previsti lungo questo percorso sono ancora una volta letti in chiave relazionale e collocati all’interno di un paradigma inclusivo pedagogico e dinamico.

La persona disabile, il ragazzo svantaggiato, l’alunno che non parla italiano nei reali processi inclusivi delle nostre classi non sono soltanto oggetto di particolari attenzioni e destinatari di interventi d’aiuto, ma sono, per la loro stessa dissomiglianza, ricchezza per tutti gli altri. Come scriveva Franco Fortini «un’esperienza intellettuale mostra i suoi limiti quando ignora il diverso che è suo contemporaneo, quando non lo affronta o non lo implica: sono peccati per ignoranza di quel che c’è già, non per mancata previsione di quel che non c’è ancora». La seconda parte del titolo, L’inclusione come risorsa (corrispondente al lato B del volume) esprime allora il bisogno di valorizzare «quel che c’è già» e la disponibilità ad una radicale implicazione con chi è diverso.

Contenuti del webook

Per visualizza il contenuto del Webook è necessario effettuare il Login e successivamente attivare il volume inserendo il codice presente nel testo acquistato.

Infolibro

Infolibro

Docenti

Docenti

I contenuti di quest'area sono riservati ai docenti in possesso di Palumbo Privilege Card attiva.
Per scoprire come richiedere la Palumbo Privilege Card o per attivarla è sufficiente fare clic sull'immagine in basso, tenendo a portata di mano il codice ISBN del libro di testo che ha adottato.

Contributi disponibili

In quest'area, i docenti possono trovare le guide didattiche dei libri scelti in adozione e ulteriori risorse rispetto ai contenuti dei libri stampati: esercitazioni, approfondimenti testuali, immagini, materiali audio-visivi e oggetti formativi da utilizzare in classe con la lavagna interattiva.

Per visualizzare il contenuto di questa pagina è necessario effettuare il login.

Extra

Extra

Al momento non sono disponibili contenuti.